Il pane in casa

In tempi di pandemia e di lockdown le lezioni di tecnologia della Scuola Chesterton sono continuate online, ma con la novità che sono state anche l’occasione per promuovere i laboratori BATTI 5, che hanno lo scopo di coinvolgere, in attività comuni, genitori e figli, permettendo ad entrambi di occupare qualche ora della lunga convivenza in casa con un’attività “sana”.

L’idea è nata dall’argomento studiato: la panificazione.

Quale momento migliore di questo per lanciare la sfida agli alunni ed ai loro genitori: realizzare insieme ciò che i figli stavano studiando.

Il compito assegnato è stato, dunque, quello di cercare una ricetta per fare il pane, guardare qualche tutorial su youtube e realizzarlo con l’aiuto dei propri genitori.

Riportiamo di seguito uno stralcio della relazione di un alunno della seconda media della Scuola Chesterton:

Questa settimana con il professore di educazione tecnica Giorgio, abbiamo studiato l’industria alimentare e le trasformazioni ad essa connesse, per poi approfondire i derivati del frumento ed il processo di panificazione.

Come compito per casa, ci siamo dovuti cimentare nel cucinare il pane, facendoci aiutare dai nostri genitori.

L’idea di svolgere questo compito mi ha subito entusiasmato, amo molto, infatti, cucinare con mia madre.

Anche l’idea di avere un compito da svolgere manualmente e non solo concettualmente, mi ha sorpreso in maniera piacevole; è la prima volta che mi capita.

Nella scuola che frequentavo prima questo non succedeva….

Torniamo a noi, dal frumento si possono ottenere diverse farine.

Io per fare il nostro Pane Casereccio ho utilizzato:

500 grammi di farina di semola

500 grammi di farina 0

12 grammi di sale 

12,5 grammi di lievito di birra fresco

2 cucchiai di olio di oliva

400 ml di acqua tiepida.

Dopo essermi procurato gli ingredienti, ho iniziato il lavoro vero e proprio:

ho mescolato la farina di semola con quella 0 e il sale; poi

ho sciolto il lievito di birra nell’acqua tiepida e l’ ho unito alle farine, ed infine ho aggiunto l’olio d’oliva.

Ho impastato il tutto e diviso il composto in due panetti (per mia comodità), che ho messo a lievitare per 5 ore nel forno leggermente caldo.

Dopo 5 ore ho lavorato ancora un po’ l’impasto, stendendolo col mattarello e facendo 4 pieghe per lato, di modo che l’aria venisse inglobata all’interno di esso, per rendere il pane bello soffice.

Fatto questo, gli ho dato una forma tonda, ho inciso una spiga di grano sulla superficie e l’ho posizionato su una teglia tonda, lasciandolo riposare ancora mezz’ora.

Infine l’ho infornato a 250°,  lasciandolo cuocere per circa un’ora.

Abbiamo mangiato il pane per cena, era ancora caldo! E’ stata proprio una bella soddisfazione e un’esperienza di crescita che mi potrà servire in futuro.

Questi sono i compiti per casa che mi piacciono!! 

Lorenzo L. 

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti