top of page

Un gesto concreto per l’Artsakh e la Sierra Leone

27 novembre 2022

Domenica 27 novembre il Centro Educativo “La Contea” ha visto protagonisti moltissimi giovani che, con tanto entusiasmo, si sono messi all’opera per presentare i cesti di Natale e una grande varietà di prodotti realizzati con le loro mani. Il tutto per aiutare i nostri amici dell’Artsakh e John Kanu della Sierra Leone.


Perché proprio la Sierra Leone e l’Artsakh?

In Sierra Leone, poverissimo paese africano stremato da molti anni di guerra civile, John Kanu ha riunito un numeroso gruppo di famiglie sierraleonesi con il tentativo di insegnare loro come sostenersi in maniera autonoma, coltivando la terra e lavorando. Il suo progetto già avviato è quello di costruire una scuola per i bambini sierraleonesi “Chesterton Academy of Sierra Leone”, per questo ha bisogno del nostro aiuto.

Anche l’Armenia è territorio di guerra, tuttora in corso. Gli azeri, con l’aiuto della Turchia, stanno occupando ampie porzioni di territorio del Nagorno-Karabakh (chiamato Artsakh dagli armeni), la situazione sul campo è difficile. In sei settimane di guerra sono morte migliaia di persone e gli armeni hanno perso in battaglia 3.300 effettivi. Circa 40 mila armeni hanno dovuto abbandonare la propria casa. Nell’ottobre 2021 alcuni amici della Confraternita della Santa Caterina sono partiti per l’Armenia per andare a incontrare questi nostri fratelli nella fede cristiana. Qui hanno conosciuto Tatev Zakarya, preside della scuola italo-armena “Antonia Arslan”, dove con l’aiuto di insegnanti e istituzioni locali, italiane e americane, sono stati istituiti corsi per falegnami, cuochi, sarti, parrucchieri e molto altro. L’istituto rappresenta per molti ragazzi armeni una speranza per la vita futura, per questo vi vogliamo devolvere il ricavato dei nostri cesti natalizi.

Ecco qui di seguito la testimonianza di una giovane volontaria:

Domenica 27 novembre presso il Centro Educativo “La Contea” è stata organizzata la presentazione dei cesti di Natale, con la degustazione dei vari prodotti. Quest'anno sono stata nominata, insieme alla mia amica Elisa, responsabile del catalogo per i cesti natalizi. Insieme siamo andate dai vari responsabili dei prodotti per avere delle informazioni, che poi sono state fondamentali per completare il catalogo. Poi, insieme ad altri volontari, abbiamo pensato anche alla grafica in modo che avesse uno stile tale da trasmettere lo scopo e che quindi si collegasse alla motivazione che ci muove, ovvero aiutare i nostri amici in Sierra Leone e in Artsakh.

È bello lavorare in prima persona, essere protagonista, e vedere tutte le idee e i vari lavori che pian piano prendono vita.

R. P.

Commenti


bottom of page