La Compagnia festeggia in Contea la sua fondazione

1° novembre 2022

Il 1° novembre è per noi cattolici la Solennità di Tutti i Santi, una bella e antica festa. Per la Compagnia dei Tipi Loschi del beato Pier Giorgio Frassati è anche l'anniversario della loro fondazione, avvenuta nel 1993.

Il primo incontro effettivo, infatti, si svolse in un pomeriggio dell'ottobre di quell'anno, quando alcuni ragazzi decisero di incontrarsi per passare del tempo insieme sfidandosi al gioco del fazzoletto. Da quel 17 ottobre tanti altri giovani si aggiunsero a quel gruppo di amici.

La conferma ufficiale, il segno definitivo di questa esperienza, arrivò poco dopo dal Vescovo diocesano di allora, Mons. Giuseppe Chiaretti il quale, durante un convegno esattamente il primo novembre del 1993, li chiamò per la prima volta con quel nome bizzarro che avevano scelto, dimostrando la sua fiducia ed esortandoli a proseguire.

Da allora, ogni primo novembre, i Tipi Loschi organizzano una grande festa: quest'anno hanno scelto il Centro Educativo "La Contea" come luogo per festeggiare i loro 29 anni di fondazione ringraziando Dio, la Madonna e tutti i Santi del dono che hanno ricevuto.

Ecco qui di seguito le testimonianze di due giovani:

Il primo novembre si sono festeggiati i 29 anni della Compagnia dei Tipi Loschi del beato Piergiorgio Frassati. La giornata è iniziata con la messa e, dopo una bella colazione, c'è stata la firma del ciribillo. Il ciribillo è un modo per aderire con serietà a questa compagnia, prendendosi l'impegno di pregare una decina al giorno per i propri amici.

Così quella mattina ho firmato insieme ad altri compagni, accompagnati dalla bellissima canzone di Claudio Chieffo, la "Canzone del melograno". È stata una giornata molto bella e non mi sarei mai aspettata di emozionarmi così tanto. In quel momento ho sentito davvero che quella era la scelta giusta e mi sono sentita parte di una grande famiglia.

Rachele Pallotta

Martedì primo novembre, c’è stato l’anniversario della fondazione della compagnia. In quella giornata ho avuto la possibilità di firmare il Ciribillo, che consiste nel dire una decina al giorno per la nostra Compagnia. Sono molto contenta di aver fatto questa scelta perché è una buona azione che compio tutti i giorni e soprattutto perché so che prego per i miei amici. Il pomeriggio siamo andati a Loreto, come tradizione, e abbiamo recitato il rosario davanti alla fontana, situata nella piazza davanti alla Basilica. Sono tornata a casa con il cuore contento perché, come tutti gli anni, è stata una giornata indimenticabile! Anna Falcioni


16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti