“Attiva-mente”: l’agricoltura a servizio dell’inclusione sociale

Nel corso del mese di marzo ha preso l’avvio il progetto “Attiva-mente”. Esso nasce da un’idea sviluppata congiuntamente dalle Cooperative Sociali “Primavera Cooperativa Sociale” e “Capitani Coraggiosi” per sperimentare un nuovo modo di operare cioè una collaborazione operativa tra Enti del Terzo Settore del territorio dell’Ambito Sociale XXI.

Il progetto, realizzato con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di San Benedetto del Tronto e finanziato dalla Regione Marche nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 sottoinsieme “cooperazione”, rappresenta una interessante ed innovativa collaborazione tra Enti Pubblici, Aziende Profit ed Enti no profit.

Il progetto Attiva-mente è rivolto specificamente alle persone portatrici di disabilità psichica ed ha lo scopo di verificare, sul campo, gli effetti positivi che, da anni, gli studiosi teorizzano circa la pratica dell’agricoltura in questa specifica fragilità. D’altronde il progetto è stato approvato dalla Regione Marche anche per il fatto che la Primavera Cooperativa Sociale da ormai venticinque anni sperimenta l’inserimento lavorativo con la pratica del florovivaismo dedicandolo interamente a persone con disabilità psichica. A fronte di questa esperienza, nel progetto, la Cooperativa Capitani Coraggiosi oltre che dei laboratori pratici curerà un aspetto della funzione riabilitativa per la quale ha più esperienza della Primavera Cooperativa Sociale. Parliamo del campo dell’intrattenimento extra lavorativo e soprattutto del coinvolgimento delle famiglie di provenienza dei beneficiari.

Nell’intero ciclo progettuale le Cooperative opereranno sotto la supervisione del Dipartimento di Salute Mentale Area Vasta n. 5 e dall’Ambito Sociale XXI.

In sintesi “Attiva-mente” ha una durata di tre anni e si articola nella realizzazione delle seguenti attività:

  • n. 144 laboratori di agricoltura destinati agli utenti diretti,

  • colloqui psicologici che hanno lo scopo di favorire la motivazione degli utenti al fine di prevenire eventuali abbandoni,

  • organizzazione di eventi di aggregazione sociale destinati agli utenti diretti ed agli utenti indiretti e quindi famiglie di provenienza, popolazione, attori sociali che operano nel campo del disagio mentale ed imprenditori,

  • organizzazione di eventi volti alla divulgazione della pratica agricola.

Luoghi di realizzazione saranno le sedi sambenedettesi delle due cooperative sociali: La Fabbrica dei Fiori in Viale Dello Sport n. 80 ed in Via Val di Fassa n. 31, il Centro di Educazione Ambientale “La Contea” in cont6rada Santa Lucia 25.

Attiva-mente favorirà l’inclusione sociale utilizzando tutte le risorse offerte dall’ambiente agricolo e desidera promuovere l’agricoltura sociale, coerentemente con la programmazione locale del comune di San Benedetto del Tronto che ha espresso opinione positiva sul valore sociale del progetto.

Per maggiori informazioni www.lafabbricadeifiori.com e www.incontea.it.


21 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti